Due gravi errori di Giampaolo: il risultato lo salva… per ora

Nel primo tempo la quarta sconfitta consecutiva, sembrava scritta. A Marassi, pareva di rivedere il solito Milan, contro il Genoa, quello che fa fatica a costruire gioco. La papera di Pepe Reina, su una punizione non irresistibile di Lasse Schone, sembrava essere lo specchio di un’altra serata da incubo. Nella ripresa però, i due cambi azzeccati di mister Marco Giampaolo, fin dal primo minuto della ripresa, hanno cambiato completamente volto alla partita e alla squadra rossonera.

L’allenatore italo – svizzero ha bocciato, Kryzstof Piatek, grande ex di turno, reduce da un’altra prestazione imbarazzante, a favore del nuovo acquisto il portoghese Raphael Leao, uno dei pochi a salvarsi, per impegno e velocità di gioco in questo periodo difficile rossonero. L’altro trascinatore della ripresa, è stato Lucas Paquetà, al posto di un impalpabile Hakan Chalanoglu. Ci si domanda perchè il portoghese e il Brasiliano dati tra i titolari, quasi per una settimana intera, non siano stati schierati dall’Inizio. Critica e tifosi hanno trovato la cosa di cattivissimo gusto: “Perchè Giampaolo, continua a privarsi dei giocatori più in forma? primo tempo pessimo, uguale a quello contro la Fiorentina”, ha tuonato, il Corriere dello Sport.

La squadra si è espressa molto meglio, per non parlare poi, della discesa dirompente di Theo Hernandez sulla fascia sinistra, con un’azione personale palla al piede, fantastica, che è valsa la sua prima rete in serie A. Leao poi ha procurato il fallo di mano di Biraschi, che ha causato il calcio di rigore con il Var, trasformato da Frank Kessie. Reina, poi si è riscattato parando il rigore di Lasse Schone nel finale.

Graziani dà ancora fiducia a Piatek: “Deve ritrovarsi, farà bene”

Nonostante la vittoria, però non è tutto oro quello che luccica, parlando del primo tempo, è un Milan ancora convalescente, che deve migliorare a piccoli passi, ma c’è ancora parecchio da lavorare. La seconda frazione di “marassi” però ha evidenziato, che con gli uomini veloci, il Milan può fare molto male. Già nell’ultima trasferta a Torino, nonostante la sconfitta, il “diavolo” aveva dominato nel primo tempo. Nota stonata di questa squadra i non gol su azione di Piatek, ma a Radio Sportiva, Ciccio Graziani, spezza una lancia a favore del polacco.

“In questo momento il gioco della squadra lo supporta poco, ma è anche vero, che deve ritrovare il feeling con la porta e fiducia in se stesso, mi pare abbia quella dell’allenatore, perchè se lo schiera nonostante in questo momento non rende, è un segnale importante, deve giocare tranquillo, solo così può tornare quello della stagione scorsa, ma deve metterci grinta e personalità”.

Loading...

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *