Milan, Gattuso torna al vecchio assetto tattico contro la Juventus. Verso le ufficiali

L’esperimento del cambio di modulo tattico, per togliere prevedibilità a gioco e manovra offensiva, non ha dato i frutti sperati. Ecco perchè l’allenatore del Milan, Gennaro Gattuso, oggi pomeriggio a Torino contro la capolista Juventus, tornerà al modulo tattico 4-3-3, ma dovrà fare i conti, con diverse assenze.

Juventus – Milan, rossoneri in emergenza. Le probabili formazioni

I rossoneri arrivano a questa partita con un punto totalizzato nelle ultime tre partite, che ha visto dilapidare il notevole vantaggio in classifica sull’Atalanta; sopratutto la perdita del terzo posto momentaneo a vantaggio dei cugini dell’Inter. i ko contro Inter e Sampdoria hanno tolto entusiasmo e certezze, al “diavolo”, che all’Allianz Stadium, non può più permettersi di sbagliare. Un risultato positivo, darebbe linfa al Milan, per un finale di stagione infuocato tra inseguimento alla qualificazione Champions League e alla finale di Coppa italia. Il Milan non si impone nella Torino bianconera, dal marzo 2011, anno dell’ultimo tricolore milanista, con rete decisiva proprio di Gattuso. Il tecnico in conferenza stampa ha caricato la squadra, ma sa che un nuovo stop, potrebbe costargli caro, in ogni senso, classifica e posto in panchina.

Il tecnico calabrese deve rinunciare a Gianluigi Donnarumma, in porta ci sarà Josè Reina. Non recuperano Lucas Paquetà e Andrea Conti. Gattuso valuta un 4-4-2 con due esterni a supporto della coppia d’attacco Krizstof Piatek – Patrick Cutrone, o un modulo più coperto ad una sola punta.

La Juventus, recupera Paulo Dybala, in attacco turnover a centrocampo in vista della Champions. Sulle fasce Leonardo Spinazzola, al posto del criticatissimo Alex Sandro. Federico Bernardeschi trequartista.

Le probabili formazioni all’Allianz Stadium (ore 18:00)

Juventus (3-4-1-2): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Rugani; Emre Can, Bentancour, Cancelo, Spinazzola; Bernardeschi; Dybala, Mandzukic.

Milan (4-4-2): Reina; Calabria, R.Rodriguez, Musacchio, Romagnoli; Bakayoko, Kessie, Chalanoglu, Borini; Cutrone; Piatek.

loading...

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *