Lazio, ecco perchè Tare ha rifiutato il Milan

Il direttore sportivo della Lazio, Igli Tare, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello sport; l’ex attaccante biancoceleste si è soffermato anche sul suo mancato passaggio al Milan, che gli aveva offerto, il medesimo ruolo, che sta ricoprendo nella capitale.

Lazio, Tare: “Milan grazie mille, ma la Lazio è casa mia”

E’ tutto vero, il Milan mi ha cercato, Paolo Maldini e Zvonimir Boban, mi hanno chiamato, ma prima di andare via, da quella che considero casa mia, ci devo pensare almeno dieci volte”. Boban è stato il mio Idolo, Paolo lo conoscevo da giocatore, ma è una persona esemplare”. La loro stima mi ha fatto piacere, volevano il bene della loro squadra, ma io ho scelto di rimanere con il cuore, avessi voluto più soldi, sarei andato via, ma farlo sarebbe stato sbagliato. Il mio obbiettivo è riportare la Lazio ai vertici, dove merita di stare”. 

Su Simone Inzaghi :”E’stato una bandiera per questa società, ha vinto parecchio da giocatore, quando ha scelto di rinnovare il contratto rifiutando varie offerte mi ha detto, che se avesse potuto avrebbe firmato a vita con noi, è troppo legato a questi colori, ma poi abbiamo firmato per un solo anno, poi si vedrà”.

Chiusura con Milinkovic – Savic: “A breve firmeremo il rinnovo contrattuale di un anno, ma senza fretta, ha già un contratto importante con noi, nessun equilibrio deve essere stravolto, le piccole cose che fanno la differenza, non abbiamo fretta. Con noi c’è uno dei centrocampisti centrali più forti al Mondo, in questo momento; Se fosse partito sarebbe arrivato Yazici del Trabzonspor. Se Sergej vale davvero 100 milioni di Euro, questo non lo so, ma alcuni giocatori hanno un mercato a parte”.

loading...

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *